Tipologie di sepolture

Tipologie di sepolture

In Italia sono accettati quattro diversi tipi di sepolture:

Inumazioni

img_funerali_laici_03L’inumazione consiste in una sepoltura in terra presso un cimitero municipale in fosse di circa 2,5 metri di profondità con feretro a norma di legge, in legno massello dolce (pino, abete, larice), dello spessore di 2 cm senza cassa interna in zinco. Le sepolture in terra devono essere sempre disponibili, per legge, in tutti i cimiteri dello stato italiano. Ogni comune stabilisce la data della concessione della sepoltura in terra. Nei cimiteri di Torino la durata è per tutti decennale (secondo gli attuali regolamenti dell’anno 2003).

Alla scadenza della concessione la salma verrà esumata ed i resti saranno raccolti in una cassetta ossario e destinati per libera scelta dei familiari:

  • in una celletta ossario municipale
  • nell’ossario comune
  • cremati (in caso di salme indecomposte)
  • trasferiti in altro comune
  • tumulati in tomba di famiglia
  • tumulati nel loculo di un parente diretto

 

 

Tumulazioni in Loculo

Per sepoltura in loculo si intende la tumulazione del feretro in loculo (detti anche colombari) per legge in legno massello (larice, castagno, noce, rovere, mogano) con spessore minimo di 3 cm, con cassa interna in zinco stampato sigillata a fuoco prima del funerale. I loculi sono dati in concessione dal Comune per un numero di anni stabiliti a sua discrezione. Attualmente il Comune di Torino ha stabilito per i cimiteri cittadini un periodo di 40 anni uguale per tutti i tipi di loculi. La concessione dei loculi nei vari cimiteri e legata alla disponibilità del momento, sia per la localizzazione, sia per le file ed è a discrezione del Comune quali loculi vendere e con quali criteri.

 

Tumulazioni in Tomba di Famiglia

Le sepolture in tomba di famiglia sono delle concessioni perpetue (tombe molto antiche in zone storiche del Cimitero Monumentale, Sassi, Abbadia di Stura) o novantanovennali del Comune ad uno o più concessionari purché appartenenti allo stesso nucleo familiare d’origine. La concessione viene formalizzata mediante la stipulazione di un atto notarile a spese del concessionario e del pagamento di un canone novantanovennale al Comune di Torino. Vi è l’obbligo di presentazione entro sei mesi dall’atto del progetto esecutivo dell’opera da realizzare da parte di una impresa edile a libera scelta della famiglia tra quelle autorizzate ad operare nei cimiteri cittadini. Ultimazione della tomba entro 30 mesi dalla notifica dell’avvenuta approvazione del progetto.

La concessione della sepoltura non è un bene che si può vendere o comprare tra privati.

 

 

Cremazioni

La cremazione è un rito civile ed antico, simbolo di purificazione, di liberazione dello spirito e dell’immortalità dell’anima. La cremazione prevede un feretro senza zinco interno. La salma viene portata dopo la funzione religiosa al Tempio Crematorio dove sarà svolta una cerimonia di accoglienza nella sala del Commiato e che, per chi ne esprimesse volontà, potrà essere accompagnata da sottofondo musicale a scelta con successiva poesia o brano religioso recitati da parte dei cerimonieri.

La Chiesa Cattolica consente liberamente la cremazione dal 1963. Per scegliere la cremazione è necessario ai sensi del “regolamento di polizia mortuaria”:

  1. Dichiarare la propria volontà in atto notarile
  2. O ai parenti che congiuntamente dovranno certificarla di persona in una istanza da presentare al Comune ove è avvenuto il decesso
  3. Essere iscritto ad una associazione per la cremazione legalmente riconosciuta e senza scopi di lucro come la Società per la Cremazione Torino (SOCREM, Corso Novara 147 b – Torino Tel. 0112419332)

Impresa C.F. Genta 1848

SERVIZIO CONTINUO 24 H SU 24 CHIAMACI AL NUMERO 011.54.60.18